Analisi dei passaggi stradali in Valle d’Aosta nel mese di marzo e aprile 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019

L’Osservatorio turistico della Valle d’Aosta sta implementando un nuovo sistema di monitoraggio dei fenomeni turistici che possa essere complementare a quelli già attivi come ad esempio l’analisi del sistema ricettivo o delle professioni turistiche valdostane o ancora il monitoraggio degli eventi svolti sul territorio.

Abbiamo dunque iniziato ad elaborare tutti i dati relativi ai passaggi stradali che avvengono sulle principali vie di comunicazione stradali della nostra regione.

I dati sono resi disponibili grazie al dipartimento di innovazione e agenda digitale della Regione Autonoma Valle d’Aosta che ci fornisce i passaggi rilevati dai varchi presenti sul sistema stradale e autostradale del nostro territorio. Oltre al numero di passaggi sono raccolte tante informazioni qualitative come ad esempio orario, direzione percorsa (es. verso Aosta o Torino), tipologia di mezzo (pesante o leggero).., tutto nel rispetto delle norme in vigore.

Questi dati da soli non ci permetterebbero di avere una lettura completa del fenomeno turistico, tanto più che non solo i turisti si spostano sulle strade, ma incrociando anche queste informazioni con tutte quelle che da anni raccogliamo (ad esempio flussi nelle strutture ricettive o partecipazioni ad eventi) siamo in grado di avere una fotografia sempre più nitida dei fenomeni turistici valdostani.

Situazione generale passaggi sulle strade valdostane marzo - aprile 2019 - 2020

In funzione di comprendere a fondo gli effetti del perdurare della crisi sanitaria abbiamo voluto approfondire i passaggi sulle principali strade statali e autostrade valdostane. Confrontando i mesi di marzo e aprile 2020 con lo stesso periodo del 2019 è possibile avere un quadro molto evidente delle conseguenze del blocco degli spostamenti.

analisi varchi stradali valle d'aosta

Fonte: Regione Autonoma Valle d’Aosta: Dip. Innovazione ne Agenda digitale

Il 2° bimestre pesa in termini di passaggi mensili circa il 16,1% dell’intero anno. Specificatamente nel 2020 assistiamo ad un forte calo sia mensile (in media oltre il 70%) che come 1 quadrimestre (-38% in accesso da Pont-Saint-Martin e -30% nelle valli laterali) e questo fenomeno ha indubbiamente un condizionato il turismo della nostra regione.

Ingressi in direzione Aosta da Pont Saint-Martin marzo - aprile 2019-2020

analisi varchi stradali valle d'aosta

Fonte: Regione Autonoma Valle d’Aosta: Dip. Innovazione ne Agenda digitale

Si assiste ad un calo all’incirca del 75% (280.00 passaggi a marzo-aprile 2020 vs. 1.100.000 del 2019) in ingresso dalle arterie che collegano la nostra regione al Piemonte. L’unico dato del marzo 2020 che supera, in termini di ingressi, quello del 2019 è relativo al giorno del 6 marzo con 24.944 ingressi da Pont-Saint-Martin in direzione Aosta (contro i 19.642 dello scorso anno).

Per tutti i giorni rimanenti del 2° bimestre nel 2020 la curva che indica gli ingressi in direzione Aosta (considerando sia l’autostrada che la strada statale) tende a raggiungere valori prossimi allo zero. Il dato più significativo in termini negativi è quello del 29 marzo, in cui sono stati registrati solamente 221 ingressi contro i 48,068 dello stesso giorno del 2019.

analisi varchi stradali valle d'aosta

Fonte: Regione Autonoma Valle d’Aosta: Dip. Innovazione ne Agenda digitale

Ingressi stradali nella valli laterali Marzo - Aprile 2019/2020

Con un focus sulle valli laterali (in direzione delle valli stesse), sembra essere presente un andamento regolare per i primi otto giorni del mese, sia per il marzo 2020 sia per il marzo 2019. Dal giorno 9 marzo giorno del lockdown la forbice degli ingressi cumulati nelle valli tende ad aumentare fino a raggiungere una differenza fra il 2019 e il 2020 al 30 aprile pari al 59.5% in meno di ingressi registrati.

analisi varchi stradali valle d'aosta

Fonte: Regione Autonoma Valle d’Aosta: Dip. Innovazione ne Agenda digitale

Analizzando nello specifico le differenti valli laterali (Valtournenche, Gressoney, Ayas, Cogne, Rhemes e Valsavarenche), i passaggi di ogni varco mostrano le diminuzioni specifiche per comprensorio; se a livello

Percentuale la diminuzione media di ingressi in tutte la valli laterali è pari a circa il 63%, la Valle di Valtournenche è quella che vede il maggior calo di traffico con -72% di ingressi, la Valle di Cogne sembra la valle laterale che perde meno seppure un calo del 59%.

analisi varchi stradali valle d'aosta

Fonte: Regione Autonoma Valle d’Aosta: Dip. Innovazione ne Agenda digitale

Conclusioni

In poche righe non possiamo essere esaustivi e dare una fotografica completa della situazione del turismo ma crediamo fortemente che i dati possano aiutare a migliorare l’offerta e ad indirizzare le scelte imprenditoriali degli operatori di questo importante settore. Disponiamo di molti dati sui flussi delle aziende turistiche, statistiche sugli operatori del ricettivo, studi sulle caratteristiche dei turisti e molte altre analisi in campo turistico-ricettivo.

I dati sono messi a disposizione di investitori e analisti che volessero approfondire la tematica anche grazie ai servizi annessi di turismOK, azienda di management & marketing turistico titolare del marchio Osservatorio turistico della Valle d’Aosta.