Dati sul turismo montano: agosto molto buono per il turismo valdostano, ma c’è ancora spazio di miglioramento

La nostra rubrica sull’analisi dei dati sul turismo di montagna prende oggi in considerazione la situazione sulla stagione turistica valdostana.

Arrivi e presenze nell’agosto 2017 in Valle d’Aosta

Sono appena stati pubblicati i dati sul turismo montano ad agosto 2017 in Valle d’Aosta da parte dell’Assessorato al Turismo e quanto emerge conferma, sia in termini di presenze che di arrivi, il migliore agosto degli ultimi 10 anni con oltre 718.000 turisti (+4% rispetto al 2016), consolidando il trend in crescita della nostra regione attivato qualche anno fa e confermatosi anche a giugno 2017 con +19% e a luglio con un +5% di turisti in Valle d’Aosta rispetto all’anno precedente.

Agosto rappresenta, per la regione di montagna più piccola d’Italia, circa il 14% dei flussi annuali e nel 2017 fa registrare un aumento della permanenza media che negli altri mesi dell’anno era calata, mentre in estate torna complessivamente ad aumentare dopo 3 anni di stallo.

Ulteriore elemento positivo di agosto 2017 è la continua crescita della componente di ospiti stranieri (presenze attestate intorno a 150.000 ovvero al 21% del totale), in aumento rispetto al passato (ad esempio nel 2004 era intorno al 14%).

dati sul turismo di montagna

Mercati di approvvigionamento del turismo montano valdostano nell’agosto 2017

Le 3 principali regioni di provenienza italiane rimangono sempre Lombardia, Piemonte e Liguria, ma è il Lazio ad aumentare maggiormente ad agosto rispetto allo stesso mese del 2016 con un +18% di presenze.

A livello di provenienze straniere, da segnalare il mese di agosto molto attraente per ospiti provenienti da Polonia e Romania, che segnano rispettivamente +43% e + 65% rispetto al 2016, il mercato Inglese riduce invece gli arrivi, ma aumenta le presenze, portando quindi ad un aumento della permanenza media nel mese di agosto da tenere in considerazione per lo sviluppo di nuovi prodotti turistici. Le Francia (1° mercato straniero per la Valle d’Aosta nel mese di agosto) continua ad aumentare (+6%), mentre il Belgio segna un
-25% di presenze (in verità a giugno e luglio i belgi sono lievemente aumentati nella nostra regione, ma non tanto da compensare il calo di agosto).

Di seguito la ripartizione delle principali presenze straniere in ordine decrescente rispetto alle presenze (in totale 150.775 stranieri a luglio in Valle d’Aosta).

dati sul turismo montano

Risultati per comprensorio turistico montano della Valle d’Aosta

dati sul turismo di montagna

Delle oltre 718mila presenze, la distribuzione dei turisti sul territorio valdostano è caratterizzata, ad agosto 2017, da circa 208.000 turisti (29% del totale) nel comprensorio del Monte Bianco e a seguire Gran Paradiso (18%) e Monte Rosa (17%). Il comprensorio con una permanenza media maggiore è il Monte Cervino con circa 4,2 notti di soggiorno medio. Ad ogni modo la crescita rispetto al passato riguarda quasi tutti i comprensori turistici (punte di +11% nel Monte Rosa), fatica un po’ il comprensorio turistico del Gran San Bernardo (-3% rispetto alle presenze di luglio 2016) per i cali di presenze provenienti dal Belgio e dai Paesi Bassi.

Risultati per tipologia di struttura dell’offerta turistica valdostana

A livello di tipologia di struttura ricettiva la soluzione alberghiera rappresenta la scelta del 55% degli ospiti (46% in hotel e 9% in residence turistico alberghiero), molto ambiti per agosto 2017 anche i campeggi (19%). I turisti di agosto hanno permeanza media molto alta nelle soluzioni open air, mentre si fermano poco, anche per la natura della struttura, nei rifugi e nei dortoir (1,1 notte e 1,2) e negli alberghi la permanenza media registrata è di circa 3,3 notti.

Da segnalare che questo agosto sono aumentati maggiormente gli ospiti nelle Case e Appartamenti per Vacanza (+35%) e nelle Case per ferie (+27%), mentre hanno particolarmente perso gli ostelli (-10%); gli hotel registrano un buon +11% rispetto allo scorso agosto.

Tasso di occupazione per comprensorio turistico montano in Valle d’Aosta

dati sul turismo di montagna

Incrociando l’offerta con la domanda turistica della Valle d’Aosta, possiamo conoscere il tasso di occupazione netto che ad agosto 2017 si attesta intorno al 50% (+2% rispetto al 2016), con il comprensorio che fa capo a Courmayeur ad avere i valori più alti con un 59%, mentre fanalino di coda l’area del Gran San Bernardo con 36%; a livello di variazione rispetto al passato è l’area del Monte rosa ad avere l’incremento maggiore con un +5%.

Conclusioni

In poche righe non possiamo essere esaustivi e dare una fotografica completa della situazione del turismo ma crediamo fortemente che i dati possano aiutare a migliorare l’offerta e ad indirizzare le scelte imprenditoriali degli operatori di questo importante settore. Disponiamo di molti dati sui flussi delle aziende turistiche, statistiche sugli operatori del ricettivo, studi sulle caratteristiche dei turisti e molte altre analisi in campo turistico-ricettivo.

Grazie alla conoscenza di questi dati, TurismOK è in grado di offrire una consulenza efficace alle strutture ricettive ed alle destinazioni turistiche. Per informazioni specifiche non esitate a contattarci…