L’analisi proposta costituisce parte dello studio di analisi dei mercati di provenienza dei turisti che frequentano e soggiornano in Valle d’Aosta, realizzato da TurismOK su incarico dell’Assessorato al turismo, sport, commercio, agricoltura e beni culturali – Regione Autonoma Valle d’Aosta.

La Spagna, con oltre 30.000 presenze annue, rappresenta il dodicesimo mercato per la Valle d’Aosta. Nel corso degli ultimi 6 anni gli ospiti spagnoli sono cresciuti del 30% sia in termini di arrivi che di presenze. Dal 2012, la permanenza media si è mantenuta costante e si aggira intorno alle 2 notti.

mercato turistico spagna valle d'aosta

L’esame della distribuzione delle presenze mensili del mercato spagnolo mette in evidenza una forte componente estiva con due picchi nei mesi di agosto (23%) e luglio (35%). In generale, il peso delle presenze spagnole nell’estate è significativo, si avvicina al 70%, e tende a crescere negli anni. Oltre a ciò, se le presenze invernali sono in linea con gli anni precedenti, nelle mezze stagioni non si assiste ad un trend definito e le presenze variano tra il 6% e il 10% di quelle totali.

Tra i prodotti turistici in crescita per gli ospiti spagnoli è bene mettere in evidenza il turismo di montagna (attività connesse alla neve, bike, trekking, outdoor) ed enogastronomico, abbinato con arte e cultura.

Come si evince dal grafico sotto riportato la distribuzione delle presenze per comprensorio cala in modo lineare dagli 8.000 ospiti circa del Monte Bianco fino ai 1.000 del Gran San Bernardo. Le principali località in cui si concentrano i turisti spagnoli sono Courmayeur (18%), Breuil-Cervinia (12%) e Aosta (9%); in aggiunta alle destinazioni precedentemente indicate è bene segnalare che questo mercato sceglie anche comuni quali Sarre (6%) e Valsavarenche (5%) che, durante il periodo estivo, offrono soluzioni open air, particolarmente richieste ed apprezzate dal target in esame.

mercato turistico spagna valle d'aosta

Nel complesso, il mercato spagnolo preferisce strutture alberghiere di fascia media (51%) anche se, a differenza di altri mercati, è significativa la componente dei campeggi (19%) e dei rifugi alpini (10%).

Analisi interne dell’Osservatorio turistico della Valle d’Aosta realizzate sulle prenotazioni che vengono fatte in modo intermediato fanno emergere che la tariffa media giornaliera per i turisti spagnoli si attesta intorno a 97,00 €, che la finestra di prenotazione è, mediamente, di 54 giorni mentre la media di percentuale di cancellazione al 32%. Analizzando, poi, le performance dei differenti strumenti online utilizzati per la promozione è possibile notare un interesse maggiore per la Valle d’Aosta da parte dei residenti a Madrid (23,5%) e Barcellona (21,1%).