L’analisi proposta costituisce parte dello studio di analisi dei mercati di provenienza dei turisti che frequentano e soggiornano in Valle d’Aosta, realizzato da TurismOK su incarico dell’Assessorato al turismo, sport, commercio, agricoltura e beni culturali – Regione Autonoma Valle d’Aosta.

La Scandinavia (Svezia, Danimarca, Finlandia e Norvegia) rappresenta il secondo mercato straniero per la Valle d’Aosta con oltre 210.000 presenze nel 2018 che corrispondono a circa il 6% del totale regionale. La ripartizione delle presenze tra i quattro Stati non è proporzionale; la Svezia, infatti, costituisce sia in termini di arrivi che di presenze il 70% del mercato in esame a fronte del rispettivo 10% degli altri tre Paesi. Dal 2012 questo mercato ha registrato una crescita del 77% mentre la permanenza media è considerevole (pari a 4,8 notti nel 2018).

mercato turistico scandinavo in valle d'aosta

Nell’esaminare la distribuzione mensile delle presenze è possibile notare che i mesi di febbraio e marzo sono quelli maggiormente prediletti e costituiscono il 60% delle presenze totali. Passando, invece alla ripartizione stagionale, sebbene l’inverno costituisca il periodo maggiormente richiesto dai turisti scandinavi, negli ultimi anni questo ha registrato una progressiva riduzione delle presenze a favore dell’estate e delle mezze stagioni (nel 2018 rispondenti, rispettivamente, al 14,2% e al 6,5%). Questi dati evidenziano la predilezione di questo mercato ad una vacanza attiva, legata, principalmente, alla pratica delle attività connesse alla neve nelle principali località sciistiche valdostane, scelte sempre più anche per il periodo estivo per attività di trekking e bike. Infatti, come si evince dal grafico sotto riportato, quasi il 95% dei turisti scandinavi sono ospitati nei comprensori sciistici del Monte Cervino (53%), Monte Rosa e Monte Bianco. In particolare, tra le località valdostane scelte dagli scandinavi è bene segnalare Cervinia (con circa 100.000 presenze, pari circa al 46%), Ayas, Courmayeur (da parte dei norvegesi) e Gressoney La Trinité (da parte dei finlandesi). In tutte queste località la permanenza media è alta (sopra le 5 notti) tranne a Courmayeur dove si attesta “solo” a 3,6 notti.

mercato turistico scandinavo in valle d'aosta

Il mercato in esame sceglie, nel 90% dei casi, le strutture alberghiere di fascia medio-alta (i 4-5 stelle sono scelti da oltre il 30%).

Da una ricerca interna dell’Osservatorio turistico della Valle d’Aosta effettuata sulle prenotazioni che arrivano in modo intermediato emerge che la tariffa media giornaliera per i turisti scandinavi si attesta intorno ai 113,00 € e che la finestra di prenotazione è, mediamente, di 57 giorni. Oltre a ciò, questo mercato è difficile che cancelli la propria prenotazione (meno del 20%). Analizzando, poi, le performance dei differenti strumenti online utilizzati per la promozione è possibile notare un interesse maggiore per la Valle d’Aosta da parte dei residenti nelle capitali dei 4 Paesi analizzati.