L’analisi proposta costituisce parte dello studio di analisi dei mercati di provenienza dei turisti che frequentano e soggiornano in Valle d’Aosta, realizzato da TurismOK su incarico dell’Assessorato al turismo, sport, commercio, agricoltura e beni culturali – Regione Autonoma Valle d’Aosta.

Il Belgio rappresenta il sesto mercato per la Valle d’Aosta con oltre 80.000 presenze; negli ultimi anni, si è registrato un aumento costante sia in termini di presenze che di arrivi anche se quest’ultimi con un ritmo più sostenuto, fattore che ha determinato un leggero calo della permanenza media che, comunque, resta più alta della media.

mercato turistico belga in valle d'aosta

Dall’analisi della ripartizione stagionale delle presenze del mercato belga emerge una componente invernale che, dal 2012, ha progressivamente acquisito un maggior peso così come la bassa stagione, a scapito dell’estate che, come è possibile notare nel grafico sotto inserito, pesa circa 1/3 del totale.

mercato turistico belga in valle d'aosta

La distribuzione mensile delle presenze mette in evidenza una consistente presenza di turisti belgi nel mese di febbraio (21%) e un particolare interesse per aprile (14,3%).

Rispetto ad altri mercati, quello belga risulta maggiormente frammentato e distribuito nei differenti comprensori valdostani anche se il 30% sceglie e si concentra tra Breuil-Cervina (15%), Torgnon (9%) e Valtournenche (6%), tre località dell’omonima Valle. Un fattore che è bene considerare concerne la permanenza media che, sebbene mediamente si attesti intorno alle 4 notti, nelle località sciistiche sale circa a 6 notti, tranne nel comune di Courmayeur che si caratterizza per valori decisamente inferiori (2,4 notti).

Il 67% degli ospiti belgi soggiorna in strutture alberghiere soprattutto in hotel di fascia media ma sembrano apprezzare anche le case per ferie (10%) e le soluzioni open air (8%). Tra i prodotti turistici maggiormente richiesti dal mercato in esame è possibile trovare quelle attività connesse alla neve, al trekking oltre che all’enogastronomia.

Da una ricerca interna dell’Osservatorio turistico della Valle d’Aosta effettuata sulle prenotazioni che arrivano in modo intermediato emerge che la tariffa media giornaliera per i turisti belgi si attesta intorno ai 102,00 € e che la finestra di prenotazione è, mediamente, di 63 giorni. Oltre a ciò, questo mercato ha una media di percentuale di cancellazione piuttosto bassa, intorno al 28%. Analizzando, poi, le performance dei differenti strumenti online utilizzati per la promozione è possibile notare un interesse e una maggiore ricerca di informazioni sulla Valle d’Aosta da parte dei residenti nella capitale, Bruxelles, (27%) rispetto alle altre città belghe.