CONFRONTO 2019-2020 ACCESSI ESTIVI IN VALLE D’AOSTA PER VARCHI DA FONDOVALLE (ITALIA), DA TMB (FRANCIA) E DA TGSB (SVIZZERA)

L’Osservatorio turistico della Valle d’Aosta di turismOK ha ottenuto ed elaborato i dati degli accessi stradali in Valle d’Aosta attraverso i varchi principali: l’accesso da fondovalle (tramite autostrada e statale dai varchi RAVA); il Traforo del Monte Bianco (dati Geie) e il Traforo del Gran San Bernardo (dati SISEX SA). Inoltre, sono stati elaborati i dati relativi ai varchi delle valli laterali presenti all’interno della Regione come, ad esempio, la Valle di Valtournenche, la Valle del Lys o la Valle di Cogne.

Il presente studio si focalizza principalmente sulla stagione estiva 2020 per analizzare come e se, durante questo specifico periodo post-apertura dopo il lockdown nazionale e internazionale causato dalla crisi sanitaria Covid-19, i movimenti in Valle d’Aosta ne abbiano o meno risentito e a quale livello.

Le aspettative indicavano un forte calo generalizzato del turismo, sembra in effetti che gli accessi stradali nei mesi estivi nella nostra regione si siano ridotti, ma per fortuna le riduzioni sono state contenute: tra giugno e dicembre assistiamo ad un calo del -27,7% delle vetture in transito verso Aosta dai 3 accessi. Il calo si è verificato in termini percentuali in maniere lievemente più accentuata dalla Francia e meno dalla Svizzera, ma la proporzione di ingressi rimane pressoché identica.

Accessi stradali estate 2020 Osservatorio turistico Valle d Aosta TurismOK Covid 19

ACCESSI DALL'ITALIA STRADA STATALE E AUTOSTRADA

Guardando nello specifico ai valori assoluti per ogni singolo mese per l’accesso da fondovalle si sono avute perdite consistenti principalmente per il mese di giugno (-53% circa di accessi). Com’era prevedibile, a causa del protrarsi del lockdown, gli spostamenti dei turisti principalmente italiani sono stati ritardati di alcune settimane rispetto allo stesso periodo del 2019 anche se, nei mesi di luglio e agosto, i valori del 2020 sembrano tendere maggiormente verso i valori dell’anno precedente.

Accessi stradali fondovalle Aosta Osservatorio Turistico Valle d Aosta TurismOK estate 2020

ACCESSI DALLA FRANCIA

Gli accessi estivi dal lato francese in Valle d’Aosta attraverso il Traforo del Monte Bianco si sono ridotti in misura maggiore rispetto agli altri varchi rilevando il mese di giugno come il peggiore della stagione estiva sia in termini di accessi assoluti che di calo (-46% rispetto al 2019).

L’andamento dei mesi estivi è invece in linea con la distribuzione negli anni passati, tranne nel mese di settembre che segna una riduzione, ma inferiore percentualmente rispetto agli altri periodi.

Accessi stradali Traforo Monte Bianco Aosta Osservatorio Turistico Valle d Aosta TurismOK estate 2020 confronto 2019

ACCESSI DALLA SVIZZERA

Gli accessi dal Traforo del Gran San Bernardo segnano una riduzione nei mesi di giugno e luglio dove si sono avute perdite di accessi rispettivamente del -50% e del -29%, i mesi di agosto e settembre si sono al contrario rivelati maggiormente in linea con lo stesso periodo dell’anno passato, con accessi in perdita del -16% per il mese di agosto e del -8,7% per il mese di settembre.

Nonostante le restrizioni e le incertezze derivanti dall’attuale pandemia, la diminuzione si è rivelata pertanto meno intensa rispetto a quello che si poteva prospettare, ad esempio, a fine maggio.

Accessi stradali Traforo Gran San Bernardo Valle d Aosta Confronto 2019 2020 Osservatorio Turistico Valle d Aosta turismOK

CONFRONTO MENSILE E SETTIMANALE 2019-2020 PER VALLI LATERALI PER IL PERIODO ESTIVO 2020

L’Osservatorio turistico della Valle d’Aosta di turismOK ha elaborato i dati relativi agli accessi delle Valli laterali della nostra regione, ovvero della Val di Rhêmes-Valsavarenche, della Val d’Ayas/Champoluc, della Valle del Lys, della Valle di Cogne e della Valle di Valtournenche.

I dati sono molto interessanti e mostrano un fenomeno decisamente migliore delle aspettative e in controtendenza rispetto agli accessi generali registrati nei varchi principali.

Questo aspetto potrebbe essere valutato come una preferenza dei turisti e di coloro che hanno avuto accesso alla Valle d’Aosta, rispetto al comprensorio centrale di Aosta e dintorni, a Valli laterali più isolate dal punto di vista della densità turistica, più a contatto con la natura (per riappropriarsi di una libertà mentale che, per i mesi precedenti, sembrava essersi perduta fra le mura domestiche) e ad altitudini maggiori, evitando la calura estiva tipica a più basse quote.

a. Accessi Val di Rhêmes-Valsavarenche 2019-2020 - Focus Estivo

La Val di Rhêmes-Valsavarenche presenta valori di accessi addirittura superiori per tutti i mesi estivi (giugno escluso) con il maggior valore in percentuale di accessi rispetto all’anno precedente per il mese di settembre (+28% circa di accessi).

Accessi stradali Val Rhemes Valssavarenche 2019 2020 Osservatorio turistico Valle d Aosta focus Estivo

In estate per questo varco gli accessi giornalieri si attestano intorno al 12-16% del totale settimanale. Focalizzandosi sui giorni specifici si nota come rispetto al passato in cui i giorni infrasettimanali erano nettamente meno forti del week end, nell’estate 2020 assistiamo ad un sostanziale andamento regolare per tutti giorni (esclusa la giornata di giovedì un po’ più bassa rispetto al resto della settimana).

Analizzando infine la ripartizione dell’ultimo anno tra stagione invernale e stagione estiva, quest’ultima per la Val di Rhêmes-Valsavarenche è nettamente preferita in termini di accessi rappresentando oltre la metà di tutto l’anno; i mesi invernali rappresentano invece il 23%, il restante flusso si distribuisce nei mesi delle medie stagioni.

b. Accessi Val d’Ayas 2019-2020 - Focus Estivo

Gli accessi in Val d’Ayas nell’estate del covid non sembrano essere stati penalizzati rispetto al 2019 (440.000 vs. 423.000) e registrano un aumento del traffico automobilistico del 3,7%. In particolare il mese di settembre ha registrato un aumento mentre un leggero calo rispetto al 2019 si è visto nel mese di agosto.

Analizzando gli accessi stradali estivi per giorno della settimana si presenta un andamento molto orientato verso il fine settimana. I giorni in cui si ha un aumento di passaggi rispetto al 2019 sono però il lunedì e martedì, oltre alla domenica.

Accessi per giorno settimana Val d Ayas Osservatorio turistico estate 2020 turismOK

La distribuzione stagionale degli accessi auto nella Val d’Ayas nel corso dell’ultimo anno è stata abbastanza equamente ripartita tra le 3 stagioni: estate, inverno e il totale dei mesi autunnali e primaverili.

c. Accessi Valle del Lys 2019-2020 - Focus Estivo

Non dissimile è la situazione della Valle del Lys che, come le due precedenti valli laterali registra andamenti molto positivi in termini di accessi per l’estate 2020 anche superiori rispetto allo stesso periodo rilevato nel 2019.

Anche in questo caso il periodo di settembre sembra essere privilegiato con un +56,1% ed un incremento sull’intera estate pari al 7,1%.

I valori dimostrano come le valli laterali abbiano avuto, nel loro complesso un numero di accessi notevolmente migliori delle precedenti aspettative sulla stagione estiva, confermando quanto riportato da diverse testate giornalistiche (fra cui il Sole 24 Ore sulle indagini svolte per comprendere quali sarebbero state le mete vacanziere dei turisti per l’estate 2020) per cui la montagna avrebbe avuto un incremento nel numero di turisti per le sue particolarità intrinseche dovute sia al maggiore isolamento.

Accessi per giorno settimana Val del Lys Osservatorio turistico estate 2020 turismOK

In termini di giorni settimanali la distribuzione degli accessi alla Valle del Lys rispecchiano, a parte qualche leggera differenza rispetto al 2019, gli stessi valori dello scorso anno.

Da sottolineare come gli accessi aumentano costantemente per i primi giorni della settimana e calano nel week end.

Confrontando il periodo invernale, da dicembre a marzo, con il periodo estivo la preferenza è associata a quest’ultimo con un valore percentuale maggiore di circa 11 punti.

d. Accessi Valle di Cogne 2019-2020 - Focus Estivo

La Valle di Cogne è l’unico caso di valle laterale che ha avuto, guardando ai valori mensili, un calo generalizzato negli accessi per tutto il periodo considerato (rispettivamente: -11,3%, -0,2%, -6,1% e -23,3%).

Accessi per giorno settimana Val dei Cogne Osservatorio turistico focus estate 2020 turismOK

Nell’analisi della distribuzione delle auto per giorni della settimana notiamo come l’estate 2020 sia caratterizzata a Cogne da una maggiore percentuale nella prima parte della settimana a discapito soprattutto del giorno di venerdì (-21.35%).

Come si è visto nei precedenti casi, anche per la Valle di Cogne l’estate 2020 è quella che interessa il flusso maggiore di accessi auto con circa la metà degli accessi totali annui.

Accessi per giorno settimana Valle di Cogne Osservatorio turistico inverno 2019 estate 2020 turismOK

e. Accessi Valle di Valtournenche 2019-2020 - Focus Estivo

Seppur mancanti i dati del mese di giugno e fortemente negativi i dati del mese di luglio (-49,3%), la ripresa ha avuto inizio nel mese di agosto continuando anche con il mese di settembre appena trascorso, registrando un +26,1% per quest’ultimo periodo.

Accessi per giorno settimana Valle di Valtournenche Osservatorio turistico focus estate 2020 turismOK

Da un’analisi sui giorni della settimana si può affermare che coloro che salgono nella valle del Cervino nell’estate 2020 sono ripartiti maggiormente nei primi 4 giorni della settimana, mentre il week end, come in tutte le valli laterali della nostra regione, ha visto proporzionalmente meno auto rispetto agli anni passati. In ogni caso sebbene gli accessi diminuiscano nel fine settimana, nella giornata di venerdì segnano un incremento.

Distribuzione per giorni della settimana Valle di Valtournenche Osservatorio turistico focus estate 2020 turismOK

A differenza di tutte le altre valli laterali finora analizzate, la Valle di Valtournenche è l’unica che ha visto un maggior numero di accessi principalmente nella stagione invernale 2019-2020 rispetto alla controparte estiva.

È da rimarcare però che i dati relativi al mese di giugno 2020 sono mancanti e tale aspetto potrebbe influire non poco sulla percentuale totale livellando in parte il dato.

Conclusioni

In conclusione, si può affermare che rispetto alle previsioni negative o comunque incerte per il settore turistico valdostano, dal punto di vista degli accessi in Valle d’Aosta tramite gli accessi principali da fondovalle, dai due trafori e agli accessi alle varie valli laterali, il fenomeno in esame ha avuto un andamento non per forza negativo.

Se la Valtournenche è la valle laterale con i tassi di diminuzione più elevati rispetto a quelli registrati nello stesso periodo del 2019, la totalità delle altri valli laterali ha sviluppato dati oltre le aspettative sintomo che l’attrazione turistica della montagna non ha solo aumentato il suo valore di attrazione come luogo sicuro e appartato in tempo di crisi sanitaria, ma anche di fuga dai luoghi che, soprattutto nel periodo estivo, divengono meno vivibili a causa delle temperature o della mancanza del contatto con la natura in tutte le sue più diverse forme.

L’analisi dei varchi stradali è principalmente quantitativa è dunque difficile considerare altri elementi che potrebbero aiutare la ricerca come ad esempio il numero di occupanti dell’auto e la provenienza, ma gli spunti contenuti nell’articolo servono a delineare ancora meglio il fenomeno turistico di cui si ha una percezione talvolta parziale o distorta dall’realtà.

Tali informazioni raccolte ed elaborate dall’Osservatorio turistico della Valle d’Aosta, come molte altre possedute, permettono un’analisi più completa del fenomeno turistico valdostano sotto diversi punti di vista, necessari a delineare un quadro il più completo possibile e dal quale evincere possibili futuri sviluppi.

 

Per conoscere tutti i dati turistici della Valle d’Aosta legati all’estate 2020 potete approfondire qui.